Pesto di pomodori secchi e anacardi

Pesto di pomodori secchi e anacardiBuongiorno amici! Oggi vi propongo la ricetta di un pesto adatto sia ad essere usato come condimento per un primo piatto, oppure da spalmare su croccanti bruschette di pane. Un pesto semplice da preparare, con pochi ingredienti e gustosissimo: pesto di anacardi e pomodori secchi.

Un abbinamento che ho provato davvero azzeccato, la dolcezza dei pomodori secchi viene contrastata dal gusto degli anacardi leggermenti toscati, saporiti e croccanti.
 Avevo mangiato gli anacardi sempre nelle insalate oppure nei piatti asiatici in accompagnamento a pollo e ad altre carni. 
In questo caso ho deciso di usarli per arricchire di gusto il mio pesto, rifacendomi alla ricetta del pesto di pomodori secchi e pinoli e sostituendo questi ultimi con gli anacardi appunto.
 Ho usato gli anacardi Ventura  (leader nella frutta secca), ottimi sia per le preparazioni dolci che salate e davvero comodi nella loro vaschetta bi-porzione che consente un utilizzo parziale di prodotto preservando il resto in modo ottimale.

Pesto di pomodori secchi e ancardiVolete qualche curiosità sul frutto?  Il nome italiano anacardio deriva dal greco kardia: cuore, e significa letteralmente “simile a un cuore” per la particolare forma del falso frutto da cui si estrae il seme dell’anacardio.

Pesto di pomodori secchi e anacardi
Print
Categoria: salse
Cuisine: italiana
Autore:
Un gustoso pesto di pomodori secchi arricchito con anacardi
Ingredienti
  • 200 g di pomodori secchi (peso sgocciolato dall'olio)
  • 50 g di anacardi Ventura
  • 5 foglie di basilico
  • 1 aglio
  • 80 g di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale
Preparazione
  1. Tritate grossolanamente i pomodori secchi, lavate e asciugate le foglie di basilico e pulite l'aglio.
  2. Tostate qualche minuto gli anacardi in forno ( o su una padella antiaderente).
  3. In un tritatutto inserite i pomodori, l'aglio, le foglie di basilico gli anacardi e metà dell'olio.
  4. Frullate a massima velocità per un minuto poi aggiungete l'altro olio e continuate a frullare fin quando non otterrete una crema.
  5. Riponete il pesto in barattoli e aggiungete ancora olio se necessario.

Con questa ricetta preparete circa un vasetto di pesto ( io ho riempito un vaso da 200ml) che potete conservare in frigo chiuso per bene. Se volete usare il pesto per condire un primo piatto, allora vi consiglio di cuocere la pasta in abbondante acqua salata, prepararvi una grande padella e aggiungerci 3, 4 cucchiai di pesto, poi un goccio dell’acqua di cottura e di scolare la pasta cotta direttamente nella padella.

Pesto di pomodori secchi e ancardiIn questo modo potrete controllare a vista che il comdimento sia bello cremoso e nel caso aggiungere ancora dell’acqua di cottura della pasta. Prima di portare in tavola la pasta potete aggiungere una manciata di anacardi tritati per dare quella croccantezza in più al piatto.

Se volete, invece, usare il pesto per condire una tartina o una fetta di pane tostato, vi basterà prendere il vasetto e spalmare sopra il pesto portando in tavola la tartina con scaglie di pecorino grattate sopra (le ho provate e sono state un successone!)

Pesto di pomodori secchi e anacardiIl pesto in generale si presta ad essere utilizzato in tantissimi modi ed è un ottimo aiutante in casa quando non si sa cosa preparare all’ultimo momento, insomma una volta pronto è la vostra salvezza!
Fatemi sapere che ne pensate e aspetto qualche vostro suggerimento per preparare sempre pesti nuovi e gustosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. ho seguito la tua ricetta per il pane con fichi e uvetta con anice …MITICOO!!!