Cheesecake con lamponi e mirtilli

NY Cheesecake con lamponi e mirtilliOggi vi lascio la ricetta della Cheesecake, anzi a dir la verità “the original New York Cheesacake”.
La Cheesecake è la torta americana più conosciuta insieme alla Apple Pie e  io le adoro entrambi, come adoro anche i muffins o i pancakes o molte altre torte di stile americano. Proprio per questo ho comprato il libro California Bakery ( è da questo che è tratta la ricetta) che consiglio a tutti di prendere se come me amate questo genere di dolci e non solo.
Bellissime foto, spiegazioni semplici e in italiano, e per chi come me non ha i famosi cucchiai e tazze da misura, nel libro c’è  la conversione con le grammature italiane!

NY Cheesecake con lamponi e mirtilliVi trascrivo subito la ricetta della cheesecake e poi vi dico quali sono state le mie impressioni. La base è quella classica , invece per il topping ho optato per una versione semplice :fiordifrutta ai lamponi Rigoni di Asiago e frutta fresca, lamponi e mirtilli.

Cheesecake con lamponi e mirtilli
Print
Categoria: Dolci
Cuisine: American
Autore:
La ricetta classica della N.Y Cheesecake, con topping di marmellata di lamponi,e frutta di bosco fresca
Ingredienti
  • Per la base:
  • 300 g di biscotti secchi sbriciolati finemente ( io ho usato biscotti digestive)
  • 80 g di burro
  • 3 g di cannella in polvere
  • 5 ml di miele di acacia
  • per la crema:
  • 400 g di formaggio fresco ( tipo robiola)
  • 300 g di ricotta di mucca setacciata
  • 200 g di zucchero semolato
  • 150 ml di panna fresca
  • 40 g di yogurt naturale
  • 4 uova medie
  • scorza di limone biologico
  • semi di mezza bacca di vaniglia
  • 3 g di farina bianca setacciata
  • Per il topping
  • 150g di marmellata di lamponi
  • 100 g di mirtilli freschi
  • 100 g di lamponi freschi
  • zucchero a velo
Preparazione
  1. Preparate la base sbriciolanto finemente i biscotti ( io uso un mixer con lame), in una ciotola capiente mettete i biscotti sbriciolati, la cannella e il miele.
  2. Aggiungete il burro fuso e lavorate il composto fino ad avere un impasto omogeno.
  3. DIstribuite la base su i bordi di uno stampo a cerniera (di 20- 22 cm)premendo per far aderire per bene e poi completate coprendo tutta la base della torta.
  4. Tenete lo stampo in frigo per circa 30 minuti.
  5. Preparate la crema:
  6. in una grande ciotola mettete la robiola, la ricotta ben setacciata e lo zucchero e iniziate a frullare con un mixer.
  7. Aggiungete lo yogurt, la panna, la scorza del limone e i semi di bacca di vaniglia ; per ultimo un uovo alla volta continuando a mescolare ed infine la farina.
  8. Preparata la crema che deve risultare omogena e liscia versatela nello stampo con la base di biscotti.
  9. Cuocete in forno caldo a 160° per circa 55 minuti ( leggere le note di seguito) gli ultimi minuti lasciando lo sportello aperto per far fuoriuscire il vapore.
  10. Una volta cotta la torta, fatela raffreddare per 3- 4 ore. Dopo questo tempo potete mettere la cheesecake in frigo e farla riposare ancora per 2- 3 ore almeno ( io l'ho lasciata tutta una notte)
  11. Una volta che la torta è bella fredda riprendete il dolce, spalmate la marmellata di lamponi e aggiungete la frutta fresca ( lavata e asciugata) e per ultimo un spolverata di zucchero a velo.
Note
La cheesecake va conservata in frigorifero e consumata nel giro di 2-3 giorni al massimo

Ricetta classica, molto semplice che devo dire è piaciuta tantissimo al Critico di casa. Quindi ricetta approvata!

NY Cheesecake con lamponi e mirtilliNon ho cambiato niente dalla ricetta originale , tranne il topping e vi posso dire quali sono state le mie impressioni.
Il mio primo errore è stato quello di usare uno stampo più grande di quello consigliato. Io non ne avevo di 20 cm apribile, quindi ho usato il mio classico stampo da 24cm. Ecco…mettendo la base di biscotti la parte inferiore è venuta un poco troppo bassa, invece a me piace più alta! 🙂
Quindi prossima volta…devo procurarmi uno stampo da 20cm! Io ho aggiunto il miele un po’ ad occhio. Avevo il miele nella versione semisolida quindi da prendere a cucchiate e misurare 5 ml era complicato…avrei dovuto farlo sciogliere a bagnomaria e poi misurare i 5ml in un misurino da medicine! Allora ho messo un cucchiaino di miele, ma credo che fossero più di 5 ml perchè il giorno successivo in frigo un poco del miele è uscito fuori dalla base, forse con il freddo del frigo non so 😀
Quindi prossima volta o non lo metto per niente…o mi procuro questo misurino per i millilitri! 5ml sono proprio pochissimi!

NY Cheesecake con lamponi e mirtilliUltima cosa riguarda la cottura.
La ricetta dice 55 minuti di cottura a 160 gradi. Io ho messo il timer e a 55 minuti la torta era ancora molto liquida, ho continuato allora la cottura per altri 10 minuti ma con il forno semiaperto per far uscire il vapore. Quindi in totale direi che un’oretta e un po’ mi ci è voluta per la cottura finale della torta.

Bene dopo questi particolari però la torta è davvero buona, il ripieno è soffice e gustoso, si scioglie in bocca ed è delicatissimo! SI sente molto la freschezza del limone e la base è davvero un ottima base.
Insomma…da rifare assolutamente variando la prossima volta il topping …perchè un po’ di cioccolata voglio mettercela!

NY Cheesecake con lamponi e mirtilliBeh..ora che sapete tutto, ma proprio tutto di questa ricetta perchè non la provate anche voi? Per la cenetta romantica di domani sera direi che ci sta alla perfezione! Forza..andate a fare spesa e mettetevi all’opera, poi mi fate sapere se vi è piaciuta o no! Buona giornata a tutti, io corro a prendermi due tigelle dagli amici di Mozao! 😛
A domani!
Alzatina in vetro: IVV maestrivetrai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Pingback: The original New York Cheesecake | COCK-A-DOODLE-DOO

  2. Pingback: Cheesecake con fragole e confettura ai frutti di bosco

  3. Pingback: A volte ritornano… Buon compleanno Blog!!! | Il Quadernino Rosso

  4. Ho un piccolo problema rispetto alla cottura,cosa faccio? Ho messo il timer a 55 Min,160° ora noto che finita la cottura sopra ha fatto una bella crosticina ma dentro è ancora liquida.

  5. Ciao Cri, scusami se rispondo solo adesso, ma il commento era andato nello spam.
    Allora, dopo aver cotto il dolce la parte interna, appena uscita, deve essere ancora morbida.
    Se la muovi insomma non è soda, poi con il raffreddarsi e tenedola in frigo rassoda bene.
    Devi tener presente che se usi uno stampo più alto il tempo di cottura deve essere maggiore, così come se aumenti le dosi o le diminuisci il tempo di cottura cambiera.